Rilascio Certificazione IFS - International Food Standard e BRC - British Retail Consortium

L’International Food Standard (IFS) così come il British Retail Consortium (BRC) sono degli standard internazionali basati su un metodo di valutazione condiviso per qualificare e selezionare i fornitori di prodotti alimentari.

Gli standard IFS (International Food Standard) e BRC (Brtish Retail Consortium), a chi si rivolgono?

Lo standard IFS così come lo standard BRC si rivolgono principalmente alla Grande Distribuzione Organizzata in quanto consente alle aziende della GDO di assicurare la qualità e la sicurezza dei prodotti alimentari che vende e di controllare il livello qualitativo dei prodotti col proprio marchio.

I retailer che adottano uno standard condiviso nel valutare la qualità dei loro fornitori, riducono significativamente il ricorso ad analisi di terza parte ed hanno una gestione della supply chain più efficace, riducendo i costi complessivi del processo ed accrescendo il livello di sicurezza alimentare per i clienti. Considerati ormai un requisito necessario per operare nel settore, questi standard sono anche uno strumento importante per dimostrare l’impegno dell’azienda nei confronti della sicurezza, della qualità e del rispetto delle norme che regolano il settore agroalimentare.

Rilascio Certificazione IFS

Cosa rappresentano gli standard IFS e BRC

La certificazione alimentare IFS (International Food Standard) cos’ come quello BRC (British Retail Consortium) sono stati messi a punto dagli operatori della Grande Distribuzione Organizzata, con l’obiettivo di gestire i processi e limitare i rischi di incidenti. Rappresentano oggi uno standard internazionale per la verifica dei prodotti alimentari a marchio privato del distributore, del dettagliante e del grossista. Adottate anche dalle principali associazioni italiane di categoria, questi standard vengono applicati in tutte le fasi della catena di produzione e trasformazione delle materie prime provenienti dall’agricoltura e dagli allevamenti.

I requisiti imposti da questi standard fanno riferimento ai sistemi di gestione qualità, alla metodologia HACCP, e ad un insieme di requisiti GMP (Good Manufacturing Practice), GLP (Good Laboratory Practice) e GHP (Good Hygiene Practice). L’obiettivo è quello di assicurare il rispetto dei requisiti di qualità e sicurezza degli alimenti oltre che il rispetto delle norme di legge che regolano il settore.

I vantaggi degli standard IFS e BRC

I principali retailer europei richiedono la certificazione alimentare IFS e BRC ai fornitori che fanno parte della loro supply chain ma essendo uno standard internazionale sia l’IFS che il BRC possono essere richiesti anche ai fornitori che non fanno parte dei Paesi europei.

Questo standard consente alle aziende di:

  • comunicare il proprio impegno sulla sicurezza alimentare e, in caso di incidente, limitare le possibili conseguenze di carattere legale, dimostrando di aver preso tutte le misure ragionevoli per evitarlo;
  • costruire e rendere operativo un sistema di gestione per controllare il rispetto integrale dei vincoli di qualità, sicurezza e conformità alle leggi che regolano il settore, in particolare quelle vigenti nei Paesi di destinazione dei prodotti finiti;
  • disporre di uno strumento per migliorare la gestione della sicurezza alimentare, attraverso il controllo e monitoraggio dei fattori critici;
  • ridurre l’incidenza di sprechi, rilavorazioni e richiami dei prodotti.

QMSCERT è accreditato da Accredia per la certificazione sia IFS che BRC.

Perché scegliere QMS ITALIA per la Certificazione IFS/BRC

QMS ITALIA S.r.l. mette a disposizione dell’azienda agro-alimentare una serie di servizi che permettono di garantire la Gestione dei propri Sistemi e le specifiche dei Prodotti alimentari certificati.
Tutto questo consente di attestare l’impegno dell’azienda ad aumentare la trasparenza, la sicurezza/igiene e la fiducia del mercato e dei consumatori.

Nell’ambito dell’esperienza che ha potuto acquisire in questi anni nei differenti Paesi in cui opera, QMS ITALIA S.r.l. può soddisfare a 360 ° le differenti esigenze del settore alimentare (tramite specifici accordi di partnership), permettendo alle aziende di avere uno stesso interlocutore per differenti schemi certificativi: dalle classiche Certificazioni di Sistema (HACCP, ISO 22000, Rintracciabilità di Filiera) alle certificazioni di prodotto (BRC, IFS, Globalgap, ecc.).